Sede Legale:

Via Dante 53, 80079, Procida (NA) - Italy

Codice fiscale:

91015070633

Indirizzo: 

Kanari Street, 14, Samos, 83100, Greece

ESPANDERSI IN TURCHIA

Attraverso il metodo educativo sviluppato a Mazí, in Grecia, più di 1000 bambini traumatizzati hanno raggiunto obiettivi di apprendimento inaspettati, in un tempo eccezionalmente breve. Partendo da zero, hanno raggiunto un Inglese fluente in meno di sei mesi. Hanno anche appreso strategie di coping, che permettono loro di fiorire in un ambiente condiviso, così come di affrontare i tempi e le esperienze future.

Crediamo che offrire educazione di qualità sia l’unico strumento per sognare e realizzare un futuro ed un mondo migliore,

e basandosi sugli obiettivi che i nostri studenti hanno già raggiunto, siamo certi che tutto questo si possa realizzare. 

Abbiamo scelto la Turchia come luogo in cui espanderci per iniziare le nostre operazioni, in quanto è uno dei paesi maggiormente colpito dai flussi e dai fenomeni migratori. É anche il luogo da cui tutti i nostri studenti a Samos, in Grecia, sono transitati prima di arrivare a Mazí.

La Turchia ha ospitato più di 3,6 milioni di rifugiati, dei quali il 12,8% ha un’età compresa tra i 12 e i 17 anni. Crediamo che le organizzazioni europee ed internazionali debbano supportare questo esodo massiccio e doloroso, al meglio delle loro capacità.

Ed è proprio per questo che siamo qui

LA PRIMA SCUOLA INTERNAZIONALE PER

GIOVANI RIFUGIATI

Puntiamo ad aprire la prima scuola internazionale per studenti rifugiati nel mondo. Vogliamo offrire educazione di altissima qualità e un diploma internazionalmente riconosciuto a studenti rifugiati promettenti, ostacolati dal loro dover vivere ai margini della società. Offriamo loro gratuitamente tutto questo. Secondo i dati del Ministero turco per l’educazione nazionale, c’è un divario enorme tra il numero degli studenti che frequentano l’istruzione primaria e secondaria. Nel 2018 circa 67.000 bambini hanno frequentato il grade 5, ma solo 20.000 di loro ha raggiungo il grade 9. Le cause possono essere trovate nel matrimonio in giovanissima età, nell'accesso al lavoro minorile, così come nelle difficoltà ad integrarsi. Crediamo di poter aiutare questi bambini, offrendo loro una nuova possibilità e un futuro più luminoso attraverso il nostro approccio educativo. Il nostro progetto si costituisce di tre passaggi:

1. Apriremo un centro giovanile per offrire attività ricreative e psicosociali ai giovani rifugiati. Costruiremo un posto dove i bambini possano mettersi alla prova, sentirsi più sicuri di sé e orientati alla relazione con gli altri e con la comunità, attraverso attività artistiche, musica, club di lettura e attività fisiche. Il centro sarà aperto grazie al supporto di uno staff qualificato, composto da volontari turchi e internazionali. 

2. Apriremo una scuola internazionale.  Quando i giovani saranno diplomati alla nostra scuola internazionale, il diploma permetterà loro l’accesso alla formazione universitaria, sia in questo paese che all’estero. Speriamo inoltre che gli studenti diventino in grado di scegliere di tornare nei loro paesi di origine per spendere lì l’educazione ricevuta, con il fine di ricostruire le loro nazioni. Considerando la complessità e la difficoltà di un curriculum internazionale, gli studenti parteciperanno anzitutto ad un corso intensivo progettato da Still I Rise, grazie alla competenza acquisita nel passato per quanto concerne le tecnologie didattiche.

3. Faciliteremo ed in certi casi sponsorizzeremo la carriera universitaria di quegli studenti che si saranno diplomati con merito nella nostra scuola internazionale. 

CREDIAMO NEL VALORE DEL RAPPORTO UNO A UNO

La nostra scuola accoglierà massimo 150 studenti. Crediamo nel valore del rapporto 1:1 nell’educazione, per garantire la massima cura ed attenzione per ogni studente. Crediamo inoltre, che la nostra iniziativa possa avere un effetto positivo sia sui nostri studenti che sul benessere della comunità locale. 

Gli studenti che frequenteranno la nostra scuola diventeranno persone e professionisti altamente qualificati, e grazie all’istruzione ricevuta, saranno capaci di disegnare e raggiungere i propri obiettivi e i propri sogni. Qualora decidessero di fare ritorno nei loro paesi di origine, saranno ben equipaggiati per ricostruire le scuole, proporre politiche migliori e dare nuovo respiro alle economie locali.

Se decidessero di restare in Turchia, diventeranno membri produttivi e proattivi della società civile. Potrebbero decidere inoltre di trasferirsi altrove, all’estero, stavolta però in maniera del tutto legale e capaci di dare il meglio in un ambiente che già hanno.

Il Team

Il team della nostra ONG è diviso tra il team operativo in Grecia, il gruppo di supporto in Italia e infine il team operativo per il nuovo progetto in Turchia. Insieme con Nicolò Govoni, fanno parte di questo gruppo di lavoro Tatjana Brandner, Michele Senici e Nicoletta Novara.

Sostienici

I materiali scolastici sono quasi interamente donati da voi!

La lista dei desideri Amazon offre trasparenza su ciò di cui abbiamo bisogno e come vengono usati I vostri soldi.